Loading posts...

La testimonianza di Elena Morucci

Ho scoperto la realtà del Digital Enterprise Lab durante il primo anno di università magistrale in International Management e, nello stesso anno, ho potuto divenire parte di una realtà dinamica come quella del dipartimento IT di Moncler Industries S.p.A. grazie ad uno stage promosso dal DEL stesso.

Lo stage formativo, della durata di 6 mesi, si prospettava come un’opportunità unica per fondere le conoscenze teoriche e pratiche derivate dagli studi universitari con le competenze fornite da un’esperienza “sul campo”. Si trattava, infatti, di un progetto in ambito retail focalizzato a definire il processo operativo relativo alle nuove aperture di boutique Moncler a livello mondiale. L’obiettivo era la creazione di un processo standard con la prospettiva di introdurre uno strumento a supporto delle attività del workflow.

Io rientravo da un’esperienza lavorativa all’estero che mi aveva lasciato molti piacevoli ricordi e la voglia di mettermi in gioco in un nuovo ruolo era tanta. In più, desideravo trovare un’opportunità interessante e di media durata in Italia, così da poter allo stesso tempo crescere dal punto di vista professionale e sostenere gli esami in programma nel mio corso di studi. Inoltre, nel primo anno di magistrale avevo frequentato un corso riguardante l’analisi dei flussi operativi aziendali per quanto riguarda costi e tempistiche e avevo preso parte ad alcune attività del DEL che avevano accresciuto la mia curiosità verso il mondo dell’Information Technology.

Ho quindi visto nello stage presso Moncler l’occasione perfetta e ho inviato la mia candidatura al DEL.

Dopo il primo contatto con l’azienda avvenuto tramite il DEL, sono stata chiamata da Moncler Industries S.p.A. per proseguire con la selezione.

Il primo colloquio serviva per un’iniziale scrematura dei candidati ed è avvenuto in sede con un membro delle risorse umane. Dopo circa due settimane, sono stata nuovamente contattata da Moncler per un secondo colloquio, a cui avrebbe preso parte anche il mio futuro tutor, nel caso in cui fossi stata assunta. In questo colloquio mi è stato spiegato ulteriormente come è strutturato l’IT all’interno dell’azienda e cosa il mio ruolo prevedesse, e mi è stato poi chiesto se, e in caso affermativo in che modo, mi fossi mai trovata a gestire un progetto.

In seguito a questo colloquio sono stata richiamata dall’azienda e dopo circa due settimane ho iniziato lo stage.

Come detto, sono stata inserita nel dipartimento IT, dove ho trovato un ambiente non solo accogliente ma anche dinamico e stimolante, che mi ha consentito di sviluppare parallelamente alle competenze in campo BPM una maggiore comprensione di tutte le responsabilità e sfaccettature che i dipartimenti IT si trovano oggi a vivere.

Inoltre, l’analisi delle varie attività coinvolte nel workflow per le nuove aperture ha fatto sì che venissi a contatto con molte altre funzioni aziendali, dandomi l’opportunità di ottenere in soli 6 mesi una visione più vasta delle complessità di un processo interfunzionale e dell’azienda stessa.

Complessivamente, l’esperienza presso Moncler è stata estremamente interessante e mi ha portato a crescere professionalmente e personalmente.

Comments are closed